Area Dirigenza


  • Dirigente Scolastico Prof.ssa Maria Rosa Fracassa

    Orario di Ricevimento
    Martedì e Giovedì dalle 11:00 alle 12:00 sede Liceo "G. Peano" Viale Europa, 15
    Mercoledì e Venerdì dalle 09:00 alle 10:00 sede ITE "C. Rosa" Via V. Veneto, 51

  • Note

    17 Gennaio 2017
    COMUNICAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI NERETO E ALLA COMUNITA’ SCOLASTICA

    In qualità di dirigente scolastico pro tempore dell’IISS Peano Rosa di Nereto, la sottoscritta si scusa formalmente con il Sindaco di Nereto e con la comunità scolastica per le espressioni inidonee di alcuni studenti, che si sono firmati e riconosciuti appartenenti a questa istituzione scolastica, risultate su facebook nei confronti dell’Amministrazione Comunale di Nereto nella persona del Signor Sindaco, delle quali la scrivente è venuta a conoscenza tramite fonti indirette e non dal Signor Sindaco che ha mantenuto un comportamento da vero Signore nel ricevere e leggere tali messaggi.
    Per il momento e in attesa di riprendere le attività didattiche, la dirigenza scolastica, lo staff dirigenziale e il personale docente e Ata esprimono il proprio dispiacere al Signor Sindaco del Comune di Nereto per quanto rilevato su facebook.
    DS prof.ssa Maria Rosa Fracassa

    <>ECCELLENZE DEL PEANO ROSA IN EUROPA E NEL MONDO
    Con reiterato immenso piacere evidenzio i successi dei nostri studenti che ottengono riconoscimenti e premi per il loro impegno, la loro bravura, la loro preparazione, la loro forte e determinata personalità.
    Un nuovo successo formativo si ripete quest’anno con la vittoria del "Viaggio Premio nella Repubblica Federale di Germania per Studenti Italiani" frequentanti le scuole abruzzesi.
    Dopo i primi tre posti dell’anno scolastico 2014-15, per il corrente a.s. 2015-16 distinguiamo il primissimo posto di Chiara Foscolo Foracappa della classe 3^D, il terzo posto di Mario Xhari della classe 4^D e il quarto posto di Martina Ailen García della classe 4^D (già selezionata e componente ufficiale dello Student Staff per i Campionati Mondiali di Sci di L’Aquila dell’edizione del corrente anno scolastico), tutti del Liceo Linguistico Esabac del nostro istituto.
    I nostri studenti si sono distinti per gli alti punteggi conseguiti nelle prove sostenute e per il curriculum vitae individuale, dai quali si riesce ad evincere il notevole livello di capacità logico-espressive e di competenze linguistiche acquisite e possedute. Il premio consiste in un soggiorno in Germania completamente gratuito organizzato dal governo tedesco per gli studenti italiani più meritevoli, grazie al quale potranno approfondire la conoscenza della lingua tedesca. Il viaggio è riservato agli studenti che hanno una conoscenza della lingua tedesca pari al livello B1 e si svolgerà dal 23 giugno al 19 luglio 2016.
    La procedura è legata al superamento di una selezione concorsuale di tutto rispetto e impegno, valutata da una specifica commissione composta anche da insegnanti di madrelingua tedesca, proprio per decidere la competenza degli studenti in materia. Si svolge anche un colloquio orale per l’accertamento del livello linguistico di ogni candidato. Possono partecipare a questa selezione gli studenti che frequentano le scuole superiori preferibilmente appartenenti alla classe IV, dovranno avere un’età tra i 15 e i 17 anni, aver studiato il tedesco per almeno due anni e avere una buona conoscenza della cultura generale, oltre ad essersi particolarmente distinti nello studio della lingua tedesca. Viene infatti valutato il curriculum scolastico degli studenti che si candidano alla selezione. Faccio notare che la nostra vincitrice Chiara frequenta il terzo anno e non il quarto ed è già in possesso di competenze strepitose!
    Con questo viaggio premio i nostri studenti avranno la possibilità, oltre che di migliorare la lingua tedesca, di visitare le più belle città tedesche e conoscere il loro patrimonio culturale. Un’occasione da non perdere per chi vuole approfondire il tedesco e arricchire il proprio bagaglio culturale. 
    Per quanto riguarda la nostra istituzione, non possiamo fare altro che ringraziare i nostri alunni per il meritatissimo premio, per portare sempre così in alto il loro nome legato alla nostra scuola e al nostro liceo linguistico, che ogni anno annovera e a conclusione del quinquennio diploma studenti bravissimi che ci fanno volare ai primi posti delle graduatorie nazionali, regionali e provinciali.
    Grazie e complimenti ai nostri studenti, alle loro famiglie e alla docente di Lingua e Cultura Tedesca del nostro liceo linguistico, la nostra storica e apprezzata prof.ssa Lorenza Coltrinari, senza dimenticare l’apporto indiscutibile della nostra docente di conversazione di madrelingua tedesca prof.ssa Christina Kunz.


  • PROGETTO PTOF 2015-2018 "LA LEGALITA’ TRA NOI… PARLIAMONE" OBIETTIVI DI PROCESSO RAV
        Dal 27 gennaio 2016, data significativa perchè Giorno della Memoria, è stato avviato, presso la nostra istituzione scolastica e per tutte le classi del biennio e del triennio, il progetto sulla Legalità - Convivenza intelligente e civile, Cittadinanza attiva e Costituzione -, connesso al raggiungimento degli obiettivi di processo prioritari del RAV (Rapporto di Autovalutazione della scuola) e sensibilmente connessi all’acquisizione e al consolidamento delle competenze chiave e al miglioramento dei risultati didattici dell’INVALSI in Italiano e Matematica.
        Perché si chiamano obiettivi di processo? Perchè si attivano dei percorsi mentali, appunto dei processi, consapevoli per sensibilizzare, riflettere, ragionare, interiorizzare dei temi fondamentali sulla Legalità e prenderne coscienza attiva e operativa.
        Il progetto prevede vari incontri su tematiche ampie e diverse ma tutte riferite ad un unico scopo educativo e formativo: conoscere se stesso e le proprie potenzialità e capacità, fortificare e saper ’spendere’ la propria personalità positivamente in contesti sociali tra cui quello scolastico, raggiungere l’autonomia delle decisioni e delle scelte con particolare riguardo al comportamento inter relazionale e al proprio metodo di lavoro e di impegno scolastico, rispettare le regole dell’istituzione e della convivenza civile tra pari, rafforzandone il senso di appartenenza.
        Gli incontri con gli studenti saranno condotti dai docenti potenziatori di Diritto/Economia politica, proff. Ruggieri e Strozzieri, di Lettere, prof.ssa Ciancetta, di Storia dell’Arte, prof.ssa Bruni, di Scienze, prof.ssa Micacchioni, in orario curricolare. I processi verranno attivati mediante strategie di brainstorming, problem solving e self evaluation (autovalutazione) su temi quali il rispetto dei regolamenti d’istituto, il vandalismo, la conservazione e la preservazione dell’ambiente e del patrimonio artistico, il bullismo, i rapporti tra coetanei e con se stessi, l’autostima.
        Il progetto ambisce anche e soprattutto al dialogo, all’interazione tra gli studenti e con i docenti facilitatori in concreti processi metacognitivi che portano alla riflessione e alla presa di coscienza. Gli studenti dovranno essere in grado di dibattere, di aprirsi alla discussione pacifica e di giungere a delle conclusioni con la piena consapevolezza del proprio contributo dialettico e applicativo nella loro vita sociale quotidiana, scolastica, extrascolastica e familiare.
        Input e strategie valide costituiscono la chiave dell’interesse, dello stimolo, della motivazione a partecipare e a condividere gli argomenti, le discussioni, i disagi, le ansie, le preoccupazioni, ma anche le propositività, le iniziative intelligenti, le azioni e le soluzioni concrete. Tecniche quali la somministrazione di test autovalutativi, la visione di film e slides, l’analisi di casi, il confronto di esperienze vissute sono il supporto alla gestione dei gruppi di studenti, per mantenere alto il livello di ascolto, di curiosità, di motivazione, di interiorizzazione e di partecipazione attiva, con il fine di conseguire gli esiti attesi di consapevolezza e di autovalutazione dei propri comportamenti e di attuazione di azioni migliorative per se stessi e all’interno del gruppo di appartenenza.
        Da qui il titolo del progetto "La Legalità tra noi…parliamone": comprendere la ricetta del nostro benessere individuale e sociale, quali sono i nostri diritti e quali i nostri doveri, fino a che punto possiamo spingerci senza offendere chi e cosa sono intorno a noi e fanno parte della nostra vita e del nostro ambiente, i benefici e i limiti del nostro essere e fare per saper vivere meglio con se stessi e con gli altri.
        Auspichiamo una buona riuscita del progetto a conclusione dell’anno scolastico 2015-16 con la collaborazione di tutte le componenti della comunità scolastica: studenti, famiglie, docenti e non docenti.

    Il Dirigente Scolastico
    Prof.ssa Maria Rosa Fracassa
  • -